Chiusa la discoteca davanti a cui c’è stata la sparatoria

La chiusura della discoteca nei pressi della quale c’era stata la sparatoria tra giovani nei quali era stato ferito alla gamba un ragazzo nei giorni scorsi è stato un atto quasi dovuto, mentre si indaga ancora per assicurare i colpevoli alla giustizia.

Il Questore di Catania ha adottato un provvedimento di applicazione dell’art.100 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza, sospendendo per 15 giorni l’attività della discoteca nei cui pressi un giovane è stato ferito due giorni fa con colpi d’arma da fuoco. La sparatoria nella zona del porto, sulla quale sono in corso indagini della Squadra Mobile, coordinate dalla Procura della Repubblica di Catania, sarebbe scaturita da una lite iniziata all’interno del locale poi degenerata all’esterno.

La stessa discoteca era già stata al centro di un intervento della Polizia, sempre su segnalazione di un’aggressione, lo scorso 17 aprile. Anche in questa occasione si era reso necessario l’intervento di personale del 118 per soccorrere un giovane aggredito, per futili motivi, con calci e pugni. Questi episodi, secondo il provvedimento del Questore, hanno evidenziato un grave pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica e suscitano allarme sociale; inoltre tra i frequentatori del locale, quella notte, sono stati identificati anche alcuni giovani pregiudicati.

Redazione – Catania Post

1 Comment
  1. […] Intorno alla mezzanotte dello scorso 25 aprile, un militare del Nucleo Investigativo, libero dal servizio, nei pressi di un noto villaggio turistico sito sul lungomare Kennedy, dopo aver notato un gruppo di una quindicina di persone intente a discutere animatamente, ha richiesto al 112 l’intervento di equipaggi del Nucleo Radiomobile, al fine di evitare che la situazione potesse degenerare, anche in considerazione dei recenti violenti episodi verificatisi nei pressi di un locale del centro cittadino. […]

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More